Scheda del corso

Titolo

La scansione intraorale nello studio dentistico del terzo millennio

Validità del corso

Tipologia di Evento

Corso FAD

Ore formative

35 ore

Accreditamento Ministeriale ECM

35 crediti ECM

Corso dedicato alle categorie

Medico chirurgo, odontoiatra, igienista dentale, fisico, tecnico sanitario di radiologia
medica

La scansione intraorale nello studio dentistico del terzo millennio

Gli scanner intraorali sono macchinari per l'acquisizione diretta dei modelli tridimensionali (3D) delle arcate dentarie del paziente, ormai sempre più diffusi negli studi odontoiatrici moderni.

Similmente ad altri scanner 3D, gli scanner intraorali proiettano una fonte luminosa (laser o, più frequentemente, luce strutturata) sull'oggetto da scandire, in questo caso le arcate dentarie (con o senza denti preparati o scanbodies, ovvero i moderni transfers da impronta).
Tale fonte luminosa impatta sui tessuti dento-gengivali (e sugli scanbodies implantari) e subisce una deformazione, che è catturata dalle telecamere dello scanner; tale informazioni vengono inviate al software dello scanner, che genera una nuvola di punti. Questa nuvola di punti viene quindi triangolata dallo stesso software, creando un modello di superficie 3D (o mesh). Questi modelli di superficie dei tessuti dento-gengivali sono il risultato dell'impronta ottica e rappresentano pertanto l'alternativa "virtuale" ai modelli in gesso, risultato della colatura delle impronte tradizionali. Sebbene gli scanner intraorali trovino sempre maggiore diffusione in ambito clinico, nelle diverse branche dell'odontoiatria (conservativa e protesi, chirurgia ed ortodonzia) molti aspetti legati a queste macchine sono ancora poco chiari o scarsamente conosciuti; il Corso "La Scansione Intraorale nello Studio Dentistico del Terzo Millennio" ha lo scopo di chiarire tutti i dubbi su questi macchinari, il loro funzionamento, i protocolli clinici ed applicativi.

 

Informazioni generali

Il corso ha un costo di € 145,00 (IVA Inclusa).
Test finale con 150 domande a scelta quadrupla con una sola risposta esatta.
Come richiesto dal Ministero della Salute, sarà prevista la variazione casuale ma sistematica dell’ordine dei
quesiti e dell’ordine delle risposte esatte.